Salute e benessere

Sbiancamento denti naturale

Sbiancamento denti naturale

Viene detto “air poliching” o anche “bleaching”, letteralmente “candeggio”, il procedimento di sbiancamento dentale naturale o professionale, per ottenere un sorriso smagliante e luminoso.

Di norma questo trattamento di odontoiatria estetica viene effettuato presso studi dentistici, con utilizzo di speciali paste a base di fluoro o di perossido di carbamide, che sprigionando ossigeno agiscono come potenti antimacchia. Altre procedure prevedono l’impiego di fascette sbiancanti, soluzioni chimiche e l’azione di speciali lampade a led che accentuano l’effetto dei prodotti. Esistono tuttavia diverse alternative “fai da te”, sicuramente più economiche di quelle utilizzate dagli operatori del settore, ma ugualmente efficaci. Il sogno di una dentatura bella e splendente è comune a tantissime persone in tutto il mondo, a prescindere dal sesso e dall’età anagrafica. In una società dove l’immagine ha acquisito un’importanza ed un valore estremamente rilevante, il poter esibire un sorriso sano e affascinante, costituisce un biglietto da visita fondamentale, nel lavoro e nella vita di tutti i giorni. Nonostante l’epoca moderna abbia amplificato l’esigenza di presentarsi al meglio, di persona come in un selfie pubblicato su un social network, la pratica di sbiancare i denti ha origini antichissime, così che ogni civiltà ha adottato metodi tradizionali, aiutandosi con ciò che madre natura metteva a disposizione. Primo fra tutti va citato lo sbiancamento dentale con bicarbonato, prodotto naturale per eccellenza, noto in particolare per le sue proprietà digestive, ma che possiede anche notevoli capacità di restituire ai denti il naturale colore bianco.

Quali sono i rimedi casalinghi per sbiancare i denti?

Altri rimedi casalinghi sono ad esempio:
• Il succo di limone
• La salvia
• Il succo di mele verdi
• La pasta di fragole
• La buccia d’arancia
• La cenere ottenuta dal legno di noce
• L’uva passa
• Il sale di rocca

Sbiancamento denti naturale

Come sbiancare i denti con il bicarbonato

Per quanto riguarda lo sbiancamento dentale con bicarbonato la procedura è alquanto semplice ed esiste più di un sistema per applicare il prodotto sui denti:
• Si può mescolare la polvere di bicarbonato con acqua fino ad ottenere una sorta di pasta con cui cospargere i denti, sfregando con le dita o con un classico spazzolino. In questo modo si sfrutta la capacità levigante dei granuli di bicarbonato, che vanno ad intaccare le superfici di smalto coperte da strati di sporco, macchie e pigmentazione ingiallita. Si raccomanda di agire con delicatezza per non arrecare danni al tessuto dentinale.
• In alternativa è possibile versare piccole quantità di bicarbonato direttamente sullo spazzolino, senza mescolarlo con acqua, lasciando agire e risciacquando dopo poco la bocca.
• Per abbinare un’azione rinfrescante, migliorare il sapore del prodotto e sprigionare al meglio le proprietà sbiancanti del bicarbonato, lo si può anche combinare con del succo di limone. Il risultato sarà una pasta naturale da usare come dentifricio, ottima per alleviare l’alitosi, per stemperare il gusto forte della sola polvere di bicarbonato, e per attivare la reazione abrasiva sulla superficie dei denti.
Tutti i metodi sopra citati sono ugualmente efficaci, ne si può scegliere uno in base alle preferenze, o alternarli per ottenere il massimo risultato possibile. Meglio non eccedere troppo nel ripetere i trattamenti in maniera ravvicinata, limitandosi ad esempio ad una, massimo due applicazioni a settimana. Le cose cambiano ovviamente in presenza di specifiche patologie del cavo orale, come: carie, gengiviti, piorrea, ecc. Sebbene questi sistemi naturali vengano adottati in sostituzione dei procedimenti professionali, ciò non toglie che li si possa utilizzare in maniera combinata, cioè per mantenere più a lungo il risultato estetico post-intervento odontoiatrico. In ogni caso è sempre meglio chiedere prima consiglio al proprio dentista, così da fare “gioco di squadra” e prendersi cura quotidianamente sia della propria igiene orale, che della bellezza del sorriso.

Sbiancamento denti bicarbonato
Tra le soluzioni naturali, in aggiunta allo sbiancamento dentale con bicarbonato, si può optare anche per i seguenti rimedi:
• Aceto di mele – noto principalmente come condimento, risulta alquanto efficace anche come sbiancante per i denti. Va diluito e utilizzato per fare risciacqui dopo aver lavato i denti con spazzolino e dentifricio. Questa procedura aiuta ad eliminare macchie e ingiallimenti.
• Acqua ossigenata – ottima se combinata con bicarbonato di sodio, da utilizzare con molta moderazione e da non ingerire assolutamente. Dopo il trattamento si consiglia di risciacquare la bocca abbondantemente con acqua.
• Olio d’oliva – eccellente contro l’ingiallimento dei denti, da applicare in poche gocce su una garza sterile, e strofinare direttamente sui denti. In poco tempo lo smalto dovrebbe ritornare bianco e smagliante.
• Radice di Araak – l’efficacia di questa radice è conosciuta da moltissimo tempo, tanto da far meritare a questa specie vegetale l’appellativo di “radice spazzolino”. La radice di Araak è ricca di varie sostanze che agiscono sinergicamente per sbiancare i denti (bicarbonato, silicio, fluoro, potassio). Di solito si usa massaggiare l’intero cavo orale con la radice, ripetendo il procedimento per alcuni minuti. Il risultato sarà sorprendente, e lo è ancor di più se si considera che l’aspetto bianco e splendente risulta anche duraturo nel tempo.
Alla luce di queste informazioni si può rischiare di fare un po’ di confusione, sperimentando “tutti” i sistemi elencati, nell’intento di migliorare l’effetto sbiancante o di accelerare il procedimento. Meglio sceglierne uno e testarlo per un breve periodo di tempo, facendosi guidare dal proprio intuito e non di meno dai propri gusti individuali. A nulla serve provare un sistema al giorno, prima di scoprire se può rivelarsi davvero efficace e adattarsi alle proprie esigenze.
Prima di correre a procurarsi uno dei prodotti casalinghi per lo sbiancamento naturale dei denti, occorre precisare che qualunque procedimento non sostituisce la quotidiana profilassi della bocca, vale a dire che una dentatura perfettamente bianca e priva di macchie, non è automaticamente sinonimo di denti sani e puliti. Per mantenere a lungo un’ottima salute orale, bisogna prima di tutto curare l’igiene, evitare stili di vita nocivi o abitudini alimentari scorrette.

Sbiancamento denti prima dopo

Le macchie sui denti o lo scolorimento dello smalto, possono essere provocati o accelerati da fattori quali: fumo, abuso di caffè, cioccolato, ecc. L’uso di qualunque metodo per far apparire i denti più splendenti, deve tenere conto dello stato di salute della bocca, onde evitare di causare più danni che benefici. Lo sbiancamento dentale con bicarbonato può essere un eccellente alleato per l’estetica del sorriso, ma lo si deve effettuare con moderazione. La ragione di questa “precauzione d’uso”, sta nei potenziali svantaggi che un prodotto così comune e apparentemente innocuo, può avere su soggetti particolarmente predisposti. L’effetto sbiancante sui denti avviene principalmente mediante un procedimento abrasivo dei cristalli in polvere sulla superficie dei denti. In pratica il bicarbonato erode strati superficiali di smalto, e di macchie, facendo emergere la pigmentazione sottostante più chiara, di conseguenza se non si dosa bene la quantità di prodotto si può rischiare di intaccare lo smalto troppo in profondità, danneggiando i denti. Un altro effetto collaterale dell’eccessiva azione del bicarbonato si ha con l’abrasione dello smalto che fa emergere il colore naturale della dentina, più giallastro, così da produrre uno spiacevole risultato estetico oltre che un nuocere all’integrità del tessuto dentale. Lo sbiancamento dentale con bicarbonato è altresì sconsigliato a chi soffre di ipersensibilità dentale o chi ha le gengive molto delicate, poiché può accentuare l’irritazione delle mucose e alterare il PH della bocca. Tutto questo per dire che lo sbiancamento naturale dei denti non va certo preso alla leggera, e solo seguendo adeguate modalità di applicazione può regalare risultati assolutamente soddisfacenti, ma soprattutto sicuri per la salute della bocca.

i più letti

  • 1

Altri articoli

  • 1

Chi Siamo

ilDentista.info è un portale creato per far incontrare domanda e offerta in ambito salute e benessere dentale con duplice obiettivo:
- assicurare agli Studi Dentistici maggiore visibilità online;
- permettere agli utenti un’immediata ricerca dei migliori dentisti nelle vicinanze.

Seguici su Facebook

© 2016 IlDentista.info. All Rights Reserved. Power by Marlon Marketing SLU

Il Dentista.info usa la politica di cookie per migliorare la vostra esperienza. Ok ho capito