Salute e benessere

Il dente da latte dondola, cosa fare?

Il dente da latte dondola, cosa fare?

Cosa fare quando il dentino risulta allentato? Bisogna togliere attivamente i denti da latte che si muovono?

Verso i 6 anni di età i denti permanenti iniziano a prendere il posto di quelli da latte, che inizieranno a dondolare per poi (anche dopo due o tre settimane) cadere, dandosi così il cambio con il dente definitivo.
A questo punto l'obiettivo del genitore sarà quello di rendere l'esperienza il meno traumatica possibile per il bambino, motivo per cui molti ricorono anche a fiabe e leggende come quella della Fatina dei denti che porterà un "premio" ogni volta che ci sarà un dentino ad aspettarla sotto il cuscino.

estrarre dente da latte

Generalmente iniziano a dondolare per primi gli incisivi superiori per poi passare a quelli inferiori, a questo punto sono solitamente proprio i bambini a riferirlo ai genitori.
Da qui ci si deve adattare al bambino o alla bambina a cui ci stiamo rivolgendo, i più coraggiosi possono adorare l'idea di aspettare il momento migliore per legarlo con un filo alla porta e poi chiuderla con forza, vedendo il dentino saltare fuori dalla bocca veloce e senza provocare dolore; ci sono invece bambini e bambine a cui l'idea di perdere un dentino non è così piacevole, ecco perchè dovremo trattarli con maggior delicatezza.

Cosa fare quando un dentino dondola?

Il genitore può procedere consigliando al proprio bambino o alla propria bambina di stuzzicare delicatamente il dentino con la lingua o con il dito, senza sforzarlo e senza costrizioni visto che il dondolio è solo l'inizio dell'intero processo di caduta del dente da latte ed è sconsigliato alterare il naturale corso degli eventi.

Quando il dente da latte inizia a dondolare con movimenti più ampi sono utili trucchetti come offrire al bambino un gelato o un ghiacciolo, così da aiutarne l'allentamento perdendo "presa" sulla gengiva e non preoccuparti se il piccolo dovesse inconsapevolmente ingerire il dentino, zero rischi, l'unico inconveniente sarà quello di dover spiegare alla Fatina che fine ha fatto il dente!

Spesso capita che il dente resti attaccato per una piccola parte, ecco perche questi "aiuti" sono necessari, ricordandci comunque di non forzare. A questo punto si può anche ricorrere ad un'estrazione "casalinga", visto che il nostro bambino/la nostra bambina non sentirà alcun dolore, l'unico piccolo inconveniente potrebbe essere una leggera presenza di sangue che potrebbe far preoccupare il piccolo, qui il consiglio è quindi quello di giocare bene le proprie carte, magari giocando con il bimbo a fargli mordicchiare una garza pulita con la gengiva, in modo da fermare questa piccola emorragia.
Ricordati però che l'esperienza non deve risultare negativa, ecco perchè è fondamentale chiedere prima di tutto al bambino se desidera o meno dare il dentino alla Fatina, ricordandogli che se non vuole può pure lasciare che il dente da latte cada spontaneamente.

togliere dente da latte

Consigli per l'estrazione casalinda del dente da latte

  • Asicurati di avere le mani pulite
  • Afferra il dentino con un pezzo di garza sterile per non perdere la presa
  • Tira il dente con decisione e rapidità, così da evitare di causare fastidi al bambino
  • Offri qualcosa di fresco per alleviare il dolore
  • Nel caso in cui il dente non si staccasse al primo tentativo perchè ancora troppo aggrappato alla gengiva, riprova dopo qualche giorno e inventati una scusa divertente per non spaventare il bambino o la bambina che coraggiosamente ha deciso di togliere il dentino

Ma quando cadono i denti da latte?

Ora riportiamo le età alle quali i nostri piccoli perdono i denti da latte, ricordiamoci però che sono dati basati su delle medie, quindi non preoccupiamoci se il nostro bambino o la nostra bambina non rispetta perfettamente quest'ordine:

6-7 anni incisivi centrali
7-8 anni incisivi laterali
9-11 anni primo molare
10-12 anni canino
10-12 anni secondo molare

Cosa succede se i denti da latte non cadono?

Possono capitare notevoli ritardi nella caduta dei denti da latte e in questi casi a risentirne sono proprio i denti permanenti, rischiando di compromettere l'allineamento, portando di conseguenza a malocclusione.

Cosa fare in questo caso? Fissare un appuntamento dal dentista!

denti da latte cadono

In conclusione

È molto importante durante tutta questa fase che il bambino sia comunque seguito da un dentista, in modo da assicurarsi che la situazione si presenti e si mantenga regolare fino alla caduta del dentino; in caso contrario sarà il dentista a decidere com'è meglio procedere, evitando anche la possibilità che il dente definitivo spunti in un modo non corretto.

i più letti

  • gengivite in gravidanza

    Gengivite in gravidanza

    La gengivite in gravidanza è una condizione comune, frutto diretto dei cambiamenti corporei che interessano la donna durante un momento Leggi tutto
  • Sbiancamento denti naturale

    Sbiancamento denti naturale

    Viene detto “air poliching” o anche “bleaching”, letteralmente “candeggio”, il procedimento di sbiancamento dentale naturale o professionale, per ottenere un Leggi tutto
  • 1

Altri articoli

  • 1

Chi Siamo

ilDentista.info è un portale creato per far incontrare domanda e offerta in ambito salute e benessere dentale con duplice obiettivo:
- assicurare agli Studi Dentistici maggiore visibilità online;
- permettere agli utenti un’immediata ricerca dei migliori dentisti nelle vicinanze.

Seguici su Facebook

© 2016 IlDentista.info. All Rights Reserved. Power by Marlon Marketing SLU

Il Dentista.info usa la politica di cookie per migliorare la vostra esperienza. Ok ho capito